sabato 25 febbraio | 17:01
pubblicato il 23/giu/2014 16:12

Mafia, dopo cento anni scoperto l'assassino di Joe Petrosino

Nell'ambito delle intercettazioni per l'operazione Apocalisse

Mafia, dopo cento anni scoperto l'assassino di Joe Petrosino

Palermo (askanews) - Era il 12 marzo 1909 quando Joe Petrosino, poliziotto italoamericano incaricato di indagare sul gruppo mafioso della Mano Nera, venne ucciso in un agguato a Palermo. Ora, 105 anni dopo, in una intercettazione collegata all'operazione di polizia "Apocalisse", si scopre il nome dell'assassino, che finora non era mai stato identificato. Uno degli indagati, Gregorio Palazzotto, si vanta di essere discendente di Paolo Palazzotto, il sicario che uccise Petrosino. Un nome su cui le indagini si erano concentrate fin da subito, ma l'imputato venne poi assolto per insufficienza di prove.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech