martedì 24 gennaio | 08:46
pubblicato il 23/giu/2014 16:12

Mafia, dopo cento anni scoperto l'assassino di Joe Petrosino

Nell'ambito delle intercettazioni per l'operazione Apocalisse

Mafia, dopo cento anni scoperto l'assassino di Joe Petrosino

Palermo (askanews) - Era il 12 marzo 1909 quando Joe Petrosino, poliziotto italoamericano incaricato di indagare sul gruppo mafioso della Mano Nera, venne ucciso in un agguato a Palermo. Ora, 105 anni dopo, in una intercettazione collegata all'operazione di polizia "Apocalisse", si scopre il nome dell'assassino, che finora non era mai stato identificato. Uno degli indagati, Gregorio Palazzotto, si vanta di essere discendente di Paolo Palazzotto, il sicario che uccise Petrosino. Un nome su cui le indagini si erano concentrate fin da subito, ma l'imputato venne poi assolto per insufficienza di prove.

Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Bagnasco
Bagnasco: povertà si allarga. Subito reddito di inclusione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4