lunedì 27 febbraio | 23:34
pubblicato il 25/gen/2013 09:24

Mafia: Dia sequestra beni riconducibili al latitante Messina Denaro

(ASCA) - Roma, 25 gen - La Direzione investigativa antimafia (Dia) di Trapani ha sequestrato, ai sensi della legislazione antimafia, beni del valore di alcune centinaia di migliaia di euro riconducibili al boss latitante Matteo Messina Denaro, intestati alla sorella e al marito di questa.

Il Tribunale di Trapani, in accoglimento della proposta avanzata dal Procuratore della Repubblica di Palermo ha emesso il decreto di sequestro. L'odierna operazione, informa la Dia, da inserire nella piu' ampia strategia di indebolimento del capomafia latitante Matteo Messina Denaro, ha compreso le aziende e i capitali sociali di alcune ditte, tutte operanti nel territorio di Castelvetrano (Tp).

com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech