martedì 06 dicembre | 19:04
pubblicato il 22/mag/2013 12:00

Mafia/ Dia sequestra beni per 25 milioni a imprenditore surgelati

Traffico mafioso illecito in frode a fondi europei e fisco

Mafia/ Dia sequestra beni per 25 milioni a imprenditore surgelati

Palermo, 22 mag. (askanews) - Il Centro Operativo di Palermo, su iniziativa del Direttore della Dia Arturo De Felice avviata nello scorso dicembre, ha eseguito un sequestro di un' azienda di surgelati e beni mobili e immobili per un valore di oltre 25 milioni di euro, disposto dal Tribunale di Palermo. Il provvedimento, che rientra nel quadro delle attività istituzionali tese all'aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati dalle organizzazioni criminali, ha colpito l'imprenditore palermitano Salvatore Vetrano, 42 anni, nei confronti del quale sono stati acquisiti elementi che lo hanno fatto ritenere un collettore degli interessi mafiosi nel commercio di prodotti surgelati, gestito anche tramite familiari. Tra i beni oggetto del sequestro ci sono sette aziende, tra cui la "Veragel srl" di Carini, due veicoli di grossa cilindrata, due imbarcazioni da diporto di oltre 20 metri, 20 immobili, costituiti da appartamenti, magazzini e terreni ubicati in Palermo, Carini, Trabia, Marsala e Sciacca, rapporti bancari ed assicurativi, il Ristorante "L'Orca", sito nella località balneare palermitana di Isola delle Femmine. La Direzione Investigativa Antimafia di Palermo ha accertato ed evidenziato nella proposta avanzata dal Direttore della Dia come Vetrano ha acquisito un consistente patrimonio immobiliare ed ha costituito numerose aziende, operanti nel settore del commercio di prodotti alimentari, anche beneficiando di finanziamenti comunitari erogati dal Fondo Europeo per la pesca in Sicilia, nonché sottraendo a tassazione ingenti ricavi imponibili, frutto della propria attività commerciale. Vetrano, come suo padre Gaicomo, sin dal 1999 sono stati oggetto di provveddimenti giudiziari cautelari per i legami fra le loro attività commerciali ed elementi di spicco di spicco di Cosa Nostra, fra i quali il figlio di Totò Riina, Giuseppe e Gianfranco Puccio.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Avviato procedimento disciplinare per vigile tifoso della Roma
Mafia
Operazione antimafia tra Ragusa e Caltanissetta: sette arresti
Violenza minori
A Napoli abbandona neonato in spazzatura:arrestata, bimbo salvo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Wine2Wine: verso una legge sull'enoturismo
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni