lunedì 05 dicembre | 16:25
pubblicato il 22/feb/2013 16:41

Mafia: De Felice (Dia), indagini su stragi '93-'94 non possono finire

(ASCA) - Firenze, 22 feb - Le indagini sulle stragi di mafia del '93-'94 ''non possono avere mai fine''. Lo ha ribadito Arturo De Felice, direttore della Dia, in questi giorni a Firenze per una visita al Centro operativo del capoluogo toscano. De Felice ha ricordato, a questo proposito, l'arresto, avvenuto nel 2012, di Cosimo D'Amato, il pescatore ritenuto colui che avrebbe fornito l'esplosivo per alcune stragi.

Ai giornalisti che gli chiedevano se le indagini sulle stragi di mafia vedranno nuovi risultati, sia per quanto riguarda gli esecutori che per i presunti 'mandanti', De Felice ha risposto che ''indagini su fatti cosi' gravi non possono avere mai fine, non si finisce mai di avere rivoli e nuovi spunti. Il fatto che dopo vent'anni si e' arrivati all'arresto di questa persona non puo' che essere un segnale: vuol dire che non ci siamo mai fermati. Siamo sul pezzo, non dobbiamo mollare nemmeno quando pensi che si sia arrivati alla frutta. Non possiamo permetterci il lusso di farci demotivare, demoralizzare, staccare la spina.

Bisogna avere molta pazienza per potere godere a pieno del risultato positivo''. afe/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari