giovedì 08 dicembre | 13:40
pubblicato il 03/apr/2013 12:00

Mafia/ Confisca record della Dia, beni per 1,3 mld

Colpito presunto prestanome di Messina Denaro

Mafia/ Confisca record della Dia, beni per 1,3 mld

Roma, 3 apr. (askanews) - Confisca record della Dia alla mafia. La Direzione Investigativa Antimafia sta eseguendo la più cospicua confisca di beni mai effettuata in Italia, che colpisce al cuore l'aria grigia di "cosa nostra". I beni confiscati ammontano ad oltre un miliardo e trecento milioni. L'operazione di mega-confisca, che, oltre la Sicilia, sta interessando Lombardia, Lazio e Calabria, colpisce i beni formalmente riconducibili al "re del vento" Vito Nicastri, alcamese, cinquantasettenne, personaggio leader nel settore della produzione alternativa dell'energia elettrica, segnatamente fotovoltaico ed eolico. Nicastri è stato coinvolto in numerose vicende, anche di natura penale, insieme ad esponenti mafiosi, relazionandosi con soggetti organici a "cosa nostra". La sua contiguità, consapevole e costante, agli interessi dell'associazione mafiosa, spiega la Dia in una nota, che ha favorito la sua trasformazione da semplice elettricista a "sviluppatore", figura imprenditoriale tipicamente italiana, connessa allo sfruttamento dell'energia eolica, facendogli assumere una posizione leader a livello nazionale nel settore, lo fanno ritenere prestanome del latitante Matteo Messina Denaro.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni