venerdì 24 febbraio | 01:03
pubblicato il 17/mar/2012 11:37

Mafia, Bagnasco: educare i giovani alla legalità contro le piovre

Omelia del presidente Cei per la Giornata delle vittime di mafia

Mafia, Bagnasco: educare i giovani alla legalità contro le piovre

Genova (askanews) - "La formazione al bene, alla verità, alla giustoizia alla legalità in tutte le sue forme e di quanto ci sia bisogno di tutto questo è sotto gli occhi di tutti. Non soltanto in riferimento a certe 'Piovre' che ben sono conosciute".Con queste parole monsignor Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale e arcivescovo di Genova ha voluto richiamare l'attenzione dell'opinione pubblica sull'importanza dell'educazione alla legalità dei più giovani. Lo ha fatto durante la veglia di preghiera dedicata alle vittime di mafia che si è tenuta venerdì 16 marzo nella cattedrale di Genova. La cerimonia ha preceduto il corteo organizzato all'associazione antimafia Libera, in occasione 17esima giornata Giornata nazionale in ricordo delle vittime della malavita organizzata, previsto per sabato 17 marzo.

Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech