lunedì 23 gennaio | 23:00
pubblicato il 30/gen/2013 17:04

Mafia: a Palermo GdF sequestra beni per oltre 15 mln euro

(ASCA) - Palermo, 30 gen - Un ingente patrimonio costituito da societa', imprese, beni aziendali, appartamenti, un lussuoso agriturismo e disponibilita' finanziarie, per un valore complessivo di oltre 15 milioni di euro, e' stato sequestrato dalla Guardia di Finanza di Palermo in esecuzione di un provvedimento emesso dal locale Tribunale, ai sensi della normativa antimafia. Interessati dal provvedimento di sequestro cinque imprenditori della Provincia di Palermo, tratti in arresto nell'aprile 2009 perche' ritenuti responsabili - a diverso titolo - dei reati di associazione mafiosa e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche aggravata dal metodo mafioso. Secondo le risultanze investigative, tre dei cinque imprenditori, originari di Polizzi Generosa (Pa), di 39, 48 e 56 anni, sono risultati esponenti di spicco (uno di loro e' stato il reggente) della locale famiglia mafiosa e per conto della stessa avrebbero ''controllato'' con metodi mafiosi l'attribuzione di importanti appalti pubblici e privati, tra i quali la realizzazione di un tratto dell'acquedotto di Polizzi Generosa, la manutenzione di una strada provinciale e la ristrutturazione di un lussuoso agriturismo a Polizzi Generosa (PA).

Coinvolti anche due imprenditori di 40 e 49 anni, originari rispettivamente di Polizzi Generosa (Pa) e Palermo, titolari di aziende attive nel settore del turismo e dell'edilizia con sedi a Palermo e Firenze. Secondo le risultanze investigative, i due imprenditori - oltre ad aver perpetrato, attraverso documentazione falsa, una truffa aggravata in danno della Regione Sicilia, percependo per la ristrutturazione del predetto complesso agrituristico, finanziamenti pubblici non spettanti per oltre un milione di euro, si sarebbero avvalsi dell'intermediazione di esponenti mafiosi della ''famiglia'' di Polizzi Generosa per aggiudicarsi indebitamente appalti pubblici e privati e regolare, secondo logiche mafiose, controversie di carattere economico. In una logica di ''reciproco vantaggio'' agli appalti ''irregolari'' avrebbe partecipato anche una societa' di trasporto riferibile ad uomini d'onore di Polizzi Generosa. I beni posti sotto sequestro, perche' ritenuti il reimpiego di proventi illeciti, consistono in societa' attive nei settori dell'edilizia, turismo, gestione e cessione di immobili, e relativi compendi aziendali, con sedi a Palermo, Firenze, Prato e Livorno, un lussuoso complesso agrituristico a Polizzi Generosa (Pa) del valore stimato in circa 1,5 milioni di euro, ville, appartamenti, autorimesse e fabbricati rurali nelle provincie di Palermo, Agrigento, Prato e Siena, terreni agricoli nella Provincia di Palermo e consistenti disponibilita' bancarie, per un valore complessivo di oltre 15 milioni di euro. red-gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4