domenica 11 dicembre | 05:10
pubblicato il 05/dic/2013 11:50

Made in Italy: Coldiretti, 27% tir fermati al presidio Brennero

Made in Italy: Coldiretti, 27% tir fermati al presidio Brennero

(ASCA) - Roma, 5 dic - Il 27 per cento dei 170 tir, camion e container fermati e controllati al presidio di agricoltori ed allevatori al valico del Brennero trasportava prodotti alimentari stranieri destinati ad essere venduti come Made in Italy. Lo afferma in una nota Coldiretti all'indomani della mobilitazione ''La battaglia di Natale: scegli l'Italia'' partita nel Brennero e giunta oggi in piazza Montecitorio, a Roma, per difendere l'economia e il lavoro dalle importazioni di bassa qualita' che varcano le frontiere per essere spacciate come italiane. ''Abbiamo verificato personalmente quanto sia grave il problema della mancanza di trasparenza sull'origine degli alimenti che ogni giorno portiamo in tavola e che fanno concorrenza sleale alle nostre produzioni'', ha affermato il presidente di Coldiretti nell'apprezzare il sostegno delle istituzioni per ottenere al piu' presto l'obbligo di indicare in etichetta la provenienza di prodotti agroalimentari. ''E' sconvolgente - sottolinea Coldiretti - trovare spaghetti cinesi in un camion ceco diretto a Firenze, tipico esempio di triangolazione Cina-Paese dell'Est europeo-Italia, ma e' impressionante constatare la quantita' di latte proveniente da Germania e Polonia e destinato a aziende private e a cooperative italiane per diventare latte a lunga conservazione e formaggi ''italiani''. Mozzarelle provenienti dalla Germania e destinate alla Sicilia, latte proveniente dalla Polonia e destinato alla Lombardia, cagliate industriali per fare il formaggio provenienti dal Belgio e destinate a Verona, prosciutti provenienti dalla Germania e destinati a Modena. Sono solo alcuni degli ''inganni'' smascherati al valico del Brennero dalle migliaia di agricoltori della Coldiretti. Tra i tanti prodotti trasportati dai Tir che entravano nel nostro Paese - sottolinea la Coldiretti - i carabinieri dei Nas hanno prelevato dei campioni di prosciutti non timbrati sui quali fare delle analisi. Nell'inventario del ''falso Made in Italy'' stilato al presidio dalla Coldiretti rientrano anche piante olandesi dirette a Latina, fiori prodotti in Equador, patate tedesche destinate a un mercato ortofrutticolo della Sicilia. E il pane precotto congelato con destinazione Bolzano e Mantova ''dove andra' a 'spiazzare' i pani artigianali italiani'', denuncia ancora l'associazione di categoria. Intanto, oggi la protesta prosegue in piazza Montecitorio. Gli allevatori si sono dati appuntamento davanti al Parlamento portando i propri maiali per chiedere alle Istituzioni di ''adottarli'' per salvare le stalle italiane, dopo che solo nell'ultimo anno sono scomparsi dal territorio nazionale 615mila maiali ''sfrattati'' dalle importazioni dall'estero per realizzare falsi salumi italiani di bassa qualita'. A sostenere gli allevatori guidati dal presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo, ci sono centinaia di sindaci con i loro gonfaloni, parlamentari, rappresentanti delle associazioni dei consumatori e della societa' civile e moltissimi cittadini. Insieme ai maiali gli agricoltori hanno portato anche il ''bottino'' dei presidi alle frontiere dalle quali arrivano in Italia prodotti ''che diventano magicamente italiani'' perche' manca l'obbligo di indicare in etichetta la provenienza della materia prima impiegata. int

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina