sabato 03 dicembre | 13:19
pubblicato il 16/mag/2013 19:26

Made in Italy alimentare: contro la crisi qualità e innovazione

Le voci degli imprenditori a Cibus Global Forum a Parma

Made in Italy alimentare: contro la crisi qualità e innovazione

Parma, (askanews) - Qualità e innovazione sono il binomio per il successo dell'alimentare italiano. Ne sono convinti gli imprenditori del settore che si sono ritrovati a Parma per Cibus Global Forum, un convegno internazionale di due giorni per ragionare sui futuri scenari del settore alimentare. Marco Rosi, patron del Parmacotto, non ha dubbi:"La qualità italiana è la migliore del mondo, dobbiamo confermarla per conquistare nuovi consumatori".Per Enrico Colavita, presidente dell'omonimo gruppo, è fondamentale lavorare sui valori associati al marchio: "L'origine, la qualità sono importanti ma quello che conta è l'affidabilità".Ma per scavallare la crisi riagganciando la crescita il Made inn Italy deve innovare. Parola di Enrico Zoppas, presidente della San Benedetto di Scorzè:"La sfida - dice - è sicuramente nell'innovazione che non è solo di prodotto ma è un approccio al consumatore che sta cambiando".

Gli articoli più letti
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari