martedì 24 gennaio | 00:42
pubblicato il 03/mag/2012 13:49

Lusi/ Gip: da senatore toni intimidatori, mai una confessione

"In secondo interrogatorio è apparso assai poco credibile"

Lusi/ Gip: da senatore toni intimidatori, mai una confessione

Roma, 3 mag. (askanews) - Il senatore Luigi Lusi "ha reso una serie di dichiarazioni pubbliche di tono assai discutibile nelle quali riferiva il contenuto di atti processuali in termini artatamente distorti, accompagnando le affermazioni con allusioni a responsabilità altrui rimaste poi senza alcun seguito". Così scrive il gip del tribunale di Roma in un passo dell'ordinanza di custodia che riguarda il parlamentare ed altre tre persone, tra cui la moglie. Facendo riferimento al servizio di 'Servizio pubblico' il giudice sottolinea che "Lusi ha usato termini francamente intimidatori, che lasciano stupefatti, soprattutto ove si ponga attenzione alla circostanza che i suoi riferimenti attenevano a rapporti snodatisi in contesti istituzionali e parlamentari". Le dichiarazioni - si spiega "sono molto gravi" perché "dirsi autore di versamenti ad altri parlamentari significava trascinare con sé altri soggetti, privi di un reale diritto di difesa, perché privi di una compiuta contestazione". "Aveva una portata devastante - continua il gip - e creava, per ciò solo, un alone di sospetto sugli esponenti politici nominati laddove Lusi ha mai saputo indicare quali ville; quali conti all'estero; quali appartamenti; quali usufrutti; quali ristrutturazioni immobiliari; quali pranzi di nozze i parlamentari da lui citati avessero realizzato i soldi del partito". Inoltre "si badi bene: Lusi non ha mai parlato circostanziatamente e dettagliatamente nelle sedi proprie, dinanzi al pubblico ministero, ma ha lanciato messaggi e avvertimenti per il tramite dei giornalisti, strumentalizzandone la funzione: ed è tutt'altra cosa". Ed anche se questo "atteggiamento è cessato dopo il secondo interrogatorio" il parere del giudice "Lusi è apparso poco credibile".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4