sabato 03 dicembre | 08:38
pubblicato il 01/mar/2011 12:44

Lombardo nel mirino dei magistrati: indagato per abuso d'ufficio

Avrebbe fatto assunzioni esterne oltre il limite consentito

Lombardo nel mirino dei magistrati: indagato per abuso d'ufficio

Il presidente della Regione Sicilia finisce nel registro degli indagati: Raffaele Lombardo, insieme all'assessore alla salute Massimo Russo, è finito nel mirino della magistratura con l'ipotesi di reato di abuso d'ufficio. La vicenda riguarda la nomina di dirigenti generali esterni all'amministrazione: sarebbero state fatte assunzioni esterne oltre il limite del 10% previsto dalla legge nazionale. L'inchiesta è condotta dal procuratore aggiunto di Palermo, Leonardo Agueci, e dal sostituto Maria Forti, magistrati che fanno parte del pool che si occupa dei reati contro la pubblica amministrazione. Il fascicolo aperto in procura ha già i contorni ben definiti: nel mirino sono finite le nomine di Romeo Palma all'ufficio legislativo e legale, e di Maurizio Guizzardi, alla sanità.

Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Sanità
Il 16 dicembre sciopero medici ospedalieri e dirigenti sanitari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari