martedì 24 gennaio | 06:45
pubblicato il 11/lug/2013 12:54

Lombardia: sfruttamento lavoro, Gdf scopre maxifrode cooperative

Lombardia: sfruttamento lavoro, Gdf scopre maxifrode cooperative

(ASCA) - Milano, 11 lug - Migliaia di lavoratori in difficili situazioni economiche sfruttati, circa 1,5 milioni di ritenute non versate dai loro datori di lavoro, oltre 56 milioni di basi imponibili ai fini delle imposte dirette ed 11 milioni di Iva sottratti al fisco. Questo l'esito dell'operazione 'Wild Catering' condotta dalle Fiamme Gialle di Gallarate che ha interessato 9 societa' cooperative strettamente correlate fra loro ubicate nel milanese ed attive nei settori del catering e del facchinaggio.

Le societa', formalmente intestate a dei soggetti prestanome ma in realta' gestite da note figure leader del settore, erano anche solite operare per eventi ed occasioni particolarmente importanti tra cui manifestazioni sportive di rilievo, concerti, sfilate delle piu' note case di moda, fiere in tutto il nord Italia ed anche all'estero, oltre a fornire personale per i piu' famosi ristoranti della Lombardia.

Grazie a figure di riferimento operanti ognuna in un'area specifica, si contattavano direttamente persone in difficili condizioni economiche e li si mettevano di volta in volta, a seconda della necessita', a disposizione delle cooperative trattenendo parte del compenso loro corrisposto in contanti per l'illecita attivita' di reclutamento. Le stesse societa' cooperative, inoltre, provvedevano sistematicamente ad omettere la presentazione di tutte le dichiarazioni fiscali ed il versamento delle relative ritenute e contributi. Le indagini, durate poco piu' di un anno, sono state coordinate inizialmente dalla Procura di Busto Arsizio e successivamente da quella di Milano ed hanno consentito anche a ricondurre la gestione delle cooperative agli effettivi artefici delle frode. Sono stati quindi denunciate 14 persone, tra cui tutti i rappresentati indicati delle societa' cooperative e gli amministratori di fatto delle stesse per reati fiscali nonche' i soggetti deputati al reclutamento per la nuova ipotesi di reato prevista dall'603-bis del codice penale oltre che per l'ipotesi di riciclaggio.

Infine, agli amministratori fattuali, sono stati sequestrati luossuosi immobili a Milano, autovetture, gioielli, denaro contante e quote societarie per un ammontare complessivo pari a circa 3,5 milioni di euro.

red/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4