lunedì 27 febbraio | 18:19
pubblicato il 23/set/2013 12:20

Lombardia prima per infrazioni sull'uso di cinture di sicurezza

In 24 ore 230 contravvenzioni per l'operazione "Seatbelt"

Lombardia prima per infrazioni sull'uso di cinture di sicurezza

Milano (askanews) - Ai lombardi non non piace guidare con la cintura di sicurezza. Contrariamente alle aspettative, infatti, è proprio la Lombardia a essere in testa alla classifica delle regioni in cui la Polizia stradale ha registrato il maggior numero di infrazioni, 230 in 24 ore, relative al mancato utilizzo delle cinture di sicurezza alla guida e dei sistemi di ritenuta, nell'ambito dell'operazione "Seatbelt". Si tratta di una campagna alla quale aderiscono 29 paesi europei, tra Stati Membri e Paesi appartenenti allo spazio comune dell Unione. I controlli hanno interessato tutto il territorio nazionale. La regione più virtuosa è risultata la Liguria, con sole 29 infrazioni. In molti casi, inoltre, le contravvenzioni hanno riguardato il mancato rispetto delle norme relative al trasporto in sicurezza dei bambini.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Terremoti
Sisma Centro Italia, Errani: grandissimo rischio spopolamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech