mercoledì 22 febbraio | 01:09
pubblicato il 20/ago/2013 08:32

Lodi: volantini offensivi contro Kyenge, 58enne nei guai

Lodi: volantini offensivi contro Kyenge, 58enne nei guai

(ASCA) - Lodi, 20 ago - La Polizia di Lodi ha deferito all'Autorita' giudiziaria per il reato di vilipendio della Repubblica e delle Istituzioni costituzionali, l'autore dei volantini contenenti frasi offensive nei confronti del ministro Cecile Kyenge. Le indagini, svolte dalla Digos e dall'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico - spiega una nota della Polizia, sono iniziate in seguito a diversi episodi verificatisi nella prima meta' di agosto quando nei luoghi particolarmente frequentati nella provincia lombarda erano stati lasciati centinaia di volantini con frasi ingiuriose nei confronti del Ministro dell'Integrazione. La perquisizione dell'abitazione dell'indagato, un cittadino italiano di 58 anni, ha permesso di acquisire elementi di riscontro in merito alle sue responsabilita'. Ulteriori dettagli saranno forniti nel corso della conferenza stampa che si svolgera' in Questura alle 11. com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia