venerdì 24 febbraio | 01:06
pubblicato il 30/giu/2011 09:29

Livorno/ Incitate su Facebook 2 ragazzine si picchiano a sangue

Sulle bacheche: "Brava l'hai ammazzata", "boia che botte".

Livorno/ Incitate su Facebook 2 ragazzine si picchiano a sangue

Firenze, 30 giu. (askanews) - Da giorni si provocavano a vicenda tramite Facebook, attirando la curiosità di decine di commentatori virtuali. Poi la rissa tra due ragazzine di 14 e 15 anni si è trasportata nella realtà, dall'ingresso di un noto stabilimento balneare in provincia di Livorno. Tanti gli spettatori per la scazzottata tra le due, nella quale una ragazzina ha avuto la peggio. "Boia che botte, è scappata sanguinante", si è potuto leggere in uno dei 250 commenti on line. "Brava l'hai ammazzata", e ancora: "mi fai la rivincita che me la sono persa". Una lettrice ha segnalato il caso a il Tirreno' che, dopo la verifica, pubblica la storia. Commenta la lettrice: "Genitori state attenti a come chattano i vostri figli".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech