lunedì 05 dicembre | 01:51
pubblicato il 30/giu/2011 09:29

Livorno/ Incitate su Facebook 2 ragazzine si picchiano a sangue

Sulle bacheche: "Brava l'hai ammazzata", "boia che botte".

Livorno/ Incitate su Facebook 2 ragazzine si picchiano a sangue

Firenze, 30 giu. (askanews) - Da giorni si provocavano a vicenda tramite Facebook, attirando la curiosità di decine di commentatori virtuali. Poi la rissa tra due ragazzine di 14 e 15 anni si è trasportata nella realtà, dall'ingresso di un noto stabilimento balneare in provincia di Livorno. Tanti gli spettatori per la scazzottata tra le due, nella quale una ragazzina ha avuto la peggio. "Boia che botte, è scappata sanguinante", si è potuto leggere in uno dei 250 commenti on line. "Brava l'hai ammazzata", e ancora: "mi fai la rivincita che me la sono persa". Una lettrice ha segnalato il caso a il Tirreno' che, dopo la verifica, pubblica la storia. Commenta la lettrice: "Genitori state attenti a come chattano i vostri figli".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari