giovedì 19 gennaio | 18:31
pubblicato il 30/giu/2011 09:29

Livorno/ Incitate su Facebook 2 ragazzine si picchiano a sangue

Sulle bacheche: "Brava l'hai ammazzata", "boia che botte".

Livorno/ Incitate su Facebook 2 ragazzine si picchiano a sangue

Firenze, 30 giu. (askanews) - Da giorni si provocavano a vicenda tramite Facebook, attirando la curiosità di decine di commentatori virtuali. Poi la rissa tra due ragazzine di 14 e 15 anni si è trasportata nella realtà, dall'ingresso di un noto stabilimento balneare in provincia di Livorno. Tanti gli spettatori per la scazzottata tra le due, nella quale una ragazzina ha avuto la peggio. "Boia che botte, è scappata sanguinante", si è potuto leggere in uno dei 250 commenti on line. "Brava l'hai ammazzata", e ancora: "mi fai la rivincita che me la sono persa". Una lettrice ha segnalato il caso a il Tirreno' che, dopo la verifica, pubblica la storia. Commenta la lettrice: "Genitori state attenti a come chattano i vostri figli".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, recuperata una vittima
Maltempo
Valanga su hotel, circa 30 dispersi: "Diversi i morti"
Maltempo
Valanga su hotel, vigili fuoco: distrutto, parti non esistono più
Campidoglio
Raggi: la Giunta capitolina approva emendamento a Bilancio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale