lunedì 20 febbraio | 01:33
pubblicato il 03/mag/2013 17:32

Livorno: giovane sospettato aveva in zaino telefonino vittima

(ASCA) - Livorno, 3 mag - Il senegalese di 34 anni sospettato dell'omicidio di Ilaria Leone, avvenuto a Castagneto Carducci (Li), era stato contattato dalla sua vittima proprio la sera della morte e quando e' stato rintracciato aveva nello zaino il telefonino della ragazza. ''Era l'ultima persona - ha detto il procuratore capo Francesco De Leo, insieme al colonnello dei carabinieri Massimiliano Della Gala - che aveva contattato telefonicamente la vittima e si era reso subito irreperibile.

Inoltre aveva una personalita' compatibile con l'omicida, era un personaggio violento con precedenti per lesioni, furto e danneggiamento''.

Era stata la ragazza a telefonare all'uomo la sera del primo maggio e poi c'erano stati altri contatti.

Il giovane senegalese sta per essere fermato: ''Il fermo ancora non c'e' materialmente, lo stiamo effettuando'', ha detto il magistrato, spiegando che al momento il giovane non ha confessato: ''E' estremamente agitato al momento, e' anche difficile interrogarlo''.

Quando e' stato fermato, ha spiegato il procuratore, nello zainetto aveva il telefono cellulare della ragazza. afe/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia