mercoledì 18 gennaio | 13:18
pubblicato il 18/gen/2011 11:08

Lite per un parcheggio, figlio di latitante ucciso nel Cosentino

A Spezzano Albanese, fermato un uomo di 44 anni

Lite per un parcheggio, figlio di latitante ucciso nel Cosentino

Una lite per un parcheggio: è il motivo che ha portato all'uccisione di Domenico Presta, 23 anni, figlio del latitante Franco, ucciso a colpi d'arma da fuoco a Spezzano Albanese, nel Cosentino. I carabinieri della compagnia di San Marco Argentano, che indagano sul caso, hanno fermato Aldo De Marco, 44 anni, sospettato di essere l'autore del delitto. I due, che in passato avevano litigato altre volte, gestivano due negozi vicini. Dalle prime ricostruzioni sembra che Presta avesse parcheggiato la sua auto proprio davanti al negozio di De Marco: da qui sarebbe nata la lite che è poi sfociata nell'omicidio. Le indagini sono coordinate dal procuratore della Repubblica del Tribunale di Castrovillari, Franco Giacomantonio.

Gli articoli più letti
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Maltempo
Protezione civile, ancora allerta per nevicate e forti venti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa