lunedì 20 febbraio | 23:48
pubblicato il 02/apr/2011 16:51

Libia/ I 'No war' in piazza in tutta Italia su appello Emergency

A Roma il popolo arcobaleno in piazza Navona

Libia/ I 'No war' in piazza in tutta Italia su appello Emergency

Roma, 2 apr. (askanews) - Ritornano in piazza i 'No war' in riposta ad un appello di Emergency contro la guerra in Libia: da Roma attraverso una rete che coinvolge tutta Italia, si moltiplica il tam tam pacifista e il popolo arcobaleno risponde con iniziative, presidi, proteste, cortei, fiaccolate, sit in, flash mob e palchi improvvisati per un 2 aprile della Pace che percorre tutte le Regioni. Il Coordinamento 2 aprile infatti ha messo in moto il network di sigle e movimenti per una "Giornata nazionale di mobilitazione contro la guerra", ma anche per l'accoglienza e la protezione dei profughi e dei migranti. Quello che chiedono è "lo stop ai bombardamenti e il cessate il fuoco in Libia, per fermare la guerra, la repressione ed aprire la strada a una soluzione politica coerentemente democratica". Oggi quindi tutti in piazza per "una grande giornata di mobilitazione e partecipazione attiva a Roma e in tante piazze d'Italia", ma - promettono i no war - è solo l'inizio di un percorso di mobilitazioni, iniziative, informazione, assemblee, incontri e solidarietà con i movimenti dei paesi arabi. "La guerra non si può umanizzare si può solo abolire", sotto questo messaggio firmato Albert Einstein, Emergency ha chiamato a raccolta oggi i no War a Roma, in Piazza Navona. "Ancora una volta i governanti hanno scelto la guerra. Gheddafi ha scelto la guerra contro i propri cittadini e i migranti che attraversano la Libia. E il nostro Paese ha scelto la guerra 'contro Gheddafi': ci viene presentata, ancora una volta, come umanitaria, inevitabile, necessaria", si legge nel testo dell'appello diffuso in Rete che porta come primi firmatari Gino Strada, Carlo Rubbia, Luigi Ciotti, Renzo Piano, Maurizio Landini, Massimiliano Fuksas, Luisa Morgantini, Lella Costa, Riccardo Scamarcio, Valeria Solarino, Vittorio Agnoletto, Paolo Beni, Alex Zanotelli. Ma all'appello di Emergency hanno aderito in migliaia: tra gli altri, Fiom, Libera, Gruppo Abele, Arci, Anpi, Anpas, Cestim, delegazioni Cgil, Federazione della sinistra e del Partito della Rifondazione comunista nazionale, Federazione giovanile comunisti italiani, Federazione italiana lavoratori Emigranti e Famiglie, Il Partito dei comunisti italiani, Il Popolo Viola, Il Tavolo per la Pace, l'Unione Sindacale di Base, Cub, la Lega Internazionale Contro il Razzismo e l'Antisemitismo, Movimento nonviolento, PeaceLink, Rete della conoscenza, Sinistra Critica, Sinistra Ecologia Libertà. E ancora associazioni culturali, cittadine, movimenti pacifisti e centri sociali da tutta Italia. Sul web l'appello è stato sottoscritto da 20mila cittadini. La manifestazione centrale è a Roma, dalle 15 a piazza Navona, con interventi e letture di Moni Ovadia, Vauro Senesi, Amanda Sandrelli, Frankie Hi Energy, Dario Vergassola, Blas Roca Rey, Massimo Zucchetti, Edi Angelillo sulle riflessioni di Bertolt Brecht, Albert Einstein, Bertrand Russell, Kurt Vonnegut, Hannah Arendt, Don Lorenzo Milani, Norberto Bobbio, Salvatore Quasimodo, Gianni Rodari. (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Campidoglio
Roma, Grillo a Raggi: decidete voi e non fatevi influenzare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia