venerdì 02 dicembre | 21:28
pubblicato il 13/gen/2012 21:38

Liberalizzazioni/ A Napoli continua ad oltranza protesta taxi

Almeno fino a lunedì 'occupazione' di piazza del Plebiscito

Liberalizzazioni/ A Napoli continua ad oltranza protesta taxi

Napoli, 13 gen. (askanews) - Continua, ad oltranza, la protesta dei tassisti partenopei che, per la terza notte consecutiva, si apprestano a rimanere in piazza del Plebiscito per manifestare contro le liberalizzazioni delle licenze previste dal governo Monti. Nonostante gli incontri con i rappresentanti sindacali e, nella giornata di ieri con il prefetto Andrea De Martino, gli autisti delle auto bianche sono decisi a non mollare lo stato di agitazione almeno fino al prossimo lunedì quando ci sarà l'assemblea nazionale a Roma, prevista al Circo Massimo. In città cresce, intanto, il malcontento soprattutto per l'assenza di taxi nei posteggi e per la difficoltà a prenotare una corsa telefonicamente. La maggior parte dei taxi, infatti, è concentrato in piazza del Plebiscito garantendo unicamente il trasporto di disabili, donne incinte e casi di emergenza. Nonostante lo stato di agitazione la Prefettura, d'intesa con il Comune e la Provincia sta monitorando la situazione per evitare eccessivi disagi ai cittadini garantendo che non venga interrotto il servizio pubblico in caso di necessità. In serata il sindaco napoletano Luigi de Magistris ha rinnovato il proprio sostegno ai tassisti che stanno manifestando rassicurando che il prossimo martedì incontrerà nella capitale sia il ministro degli Interni Anna Maria Cancellieri che quello del Lavoro Elsa Fornero. Ai due ministri rappresenterà le istanze dei tassisti anche perché ogni protesta, secondo il primo cittadino, varia a seconda delle esigenze e delle singole realtà. De Magistris ha incontrato un rappresentante sindacale della categoria ed ha chiesto di rivedere l'occupazione di piazza del Plebiscito cercando il modo per far sì che la protesta "crei minor disagio possibile". "In un momento di crisi così dura - ha detto de Magistris - non mi sembra che questa sia una misura necessaria e urgente, anche per la tenuta del tessuto sociale". Un concetto già illustrato ieri con il quale aveva mostrato piena solidarietà alla categoria.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari