domenica 11 dicembre | 01:48
pubblicato il 05/apr/2012 19:45

Lega, Bossi lascia: cronisti e militanti assediano sede Milano

Si grida al tradimento: "il Carroccio è Bossi"

Lega, Bossi lascia: cronisti e militanti assediano sede Milano

Milano (askanews) - Un vero e proprio assedio di cronisti e militanti alla sede della Lega Nord in via Bellerio a Milano nell'ultimo giorno da segretario del partito di Umberto Bossi. Il Senatùr ha presentato le sue dimissioni "irrevocabili" dopo lo scandalo che ha travolto il tesoriere Francesco Belsito accusato di aver usato soldi del partito anche a favore della famiglia Bossi. In via Bellerio si grida al tradimento e il Giuda in questione avrebbe un nome e un cognome: Roberto Maroni.La Lega Nord è Bossi dicono i fedelissimi, lo scrivono anche su bandiere e striscioni che campeggiano sotto le finestre della sede della Lega. Intanto proprio Maroni, con Roberto Calderoli e Manuela Dal Lago guiderà la segreteria del partito fino al congresso federale. Per il senatùr un futuro da "presidente" del Carroccio, in attesa che la magistratura faccia chiarezza sulla vicenda.

Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina