mercoledì 22 febbraio | 03:17
pubblicato il 18/giu/2013 16:16

Lavoro: Coldiretti, cresce solo nei campi, bene semplificazione

Lavoro: Coldiretti, cresce solo nei campi, bene semplificazione

(ASCA) - Roma, 18 giu - Apprezziamo il pragmatismo e l'impegno per la semplificazione e per rendere il sistema piu' flessibile che traspare nell'impostazione generale del provvedimento. E' quanto ha affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini nel corso dell'incontro delle parti sociali con il Ministro del Lavoro Enrico Giovannini su ''Interventi urgenti in materia di occupazione''.

''E' importante - ha sottolineato Marini - la volonta' di dare un significato politico all'appuntamento dell'Expo con provvedimenti sull'occupazione che aiutano a traguardare una scadenza rilevante per dare evidenza al Made in Italy nel mondo''.

Marini ha precisato che ''l'agricoltura e' l'unico settore che dimostra segni di vitalita' economica con una variazione tendenziale positiva del Pil (+0,1 per cento) ed un aumento degli occupati dipendenti complessivi (+0,7 per cento), in netta controtendenza rispetto agli altri settori nel primo trimestre dell'anno''. Il risultato e' stato ottenuto grazie alle esportazioni che, come ha spiegato Marini, ''sono cresciute dell'8,2 per cento per i prodotti agro alimentari nel primo quadrimestre dell'anno mentre crollano settori storici come l'auto''.

La campagna sta vivendo una straordinaria fase di attenzione da parte dei giovani ed e' importante il mantenimento in forma semplificata del sistema dei voucher, cosi come sarebbe opportuno il superamento del regime de minimis per consentire le agevolazioni previste per l'apprendistato in agricoltura ma soprattutto per poter beneficiare delle risorse previste per la sicurezza negli ambienti di lavoro. Alle imprese agricole e' inoltre in parte preclusa la possibilita' di ospitare giovani tirocinanti e offrire quindi l'opportunita' anche a studenti di effettuare brevi esperienze full immersion in una realta' di impresa. La restrizione che per ospitare un tirocinante l'impresa debba avere alle proprie dipendenze almeno un dipendente a tempo indeterminato comporta, in un settore nel quale molte imprese utilizzano solo manodopera familiare o a tempo determinato, l'impossibilita' di dare corso a questa esperienza. E' necessario quindi - ha concluso il presidente della Coldiretti - superare l'interpretazione della normativa vigente per assecondare e favorire il ritorno alla campagna di tantissimi giovani.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia