sabato 03 dicembre | 06:03
pubblicato il 17/ott/2014 11:46

Lavori antisismici difettosi: sigilli a 2 scuole a Sulmona

Sette indagati nell'ambito delle opere di risistemazione dopo il terremoto dell'Aquila

Lavori antisismici difettosi: sigilli a 2 scuole a Sulmona

Roma, 17 ott. (askanews) - I finanzieri del Comando provinciale di L'Aquila hanno sequestrato due corpi di fabbricato cantierizzati dell'Istituto tecnico commerciale "A. De Nino" e dell'Istituto tecnico per geometri "R. Morandi" di Sulmona (in particolare il plesso 1 e 3), oggetto di lavori di messa in sicurezza finalizzata all'adeguamento sismico, dichiarati urgenti e necessari dopo il terremoto del 6 aprile 2009 ed affidati dalla Provincia di L'Aquila alla ditta Ati Fin-Cosman di Roma. Secondo le indagini della procura sono state svolte opere di messa in sicurezza in misura e qualità decisamente difformi, per difetto, rispetto alla rendicontazione indicata negli stati di avanzamento lavori liquidati all'appaltatrice, il tutto a fronte di rendicontazione che, invece, attestava la piena e conforme realizzazione delle opere. Le lavorazioni avrebbero determinato pregiudizi statici alle strutture, tali da rendere addirittura non collaudabile l'opera realizzata. Nel procedimento risultano indagate 7 persone per reati di falso e truffa ai danni dello Stato. L'operazione della Finanza scaturisce dagli sviluppi delle indagini che rivelarono illegittimità nelle procedure di affidamento degli appalti assegnati dalla Provincia di L'Aquila per la messa in sicurezza post sisma di istituti scolastici superiori di Avezzano e Sulmona e che avevano determinato, nel dicembre 2012, provvedimenti alcuni restrittivi della libertà personale. Il sequestro di oggi è anche lo sviluppo di un'altra vicenda già nota alla cronaca: quella di Massimo Tomeo, l'imprenditore di Vasto che più volte sul finire del 2013 aveva compiuto gesti eclatanti di protesta, anche barricandosi nell'ufficio del presedente della Provincia dell'Aquila per protestare per i mancati pagamenti da parte dell'Ati Fin-Cosman di prestazioni eseguite dalla sua impresa, la Mcr, quale subappaltatrice nei lavori di messa in sicurezza del plesso De Nino-Morandi. Red/Sav

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari