lunedì 05 dicembre | 10:11
pubblicato il 24/set/2011 12:23

Lampedusa, rubato motopesca... E si pensa a una fuga di migranti

I pescatori non parlano, ma il proprietario accusa i tunisini

Lampedusa, rubato motopesca... E si pensa a una fuga di migranti

Non hanno tanta voglia di parlare i pescatori di Lampedusa, dove è stato rubato "Italia Nuova", un piccolo motopeschereccio ormeggiato a poche centinaia di metri di distanza dal molo Favaloro, teatro in questi mesi di decine di sbarchi di immigrati. Passeggiando per il porto si sentono i rumori di tutti i giorni, ma nessuna voce degli abitanti. In paese molti ipotizzano che a far sparire la barca sia stato un gruppo di tunisini sfuggito ai trasferimenti di questi giorni, per allontanarsi in modo autonomo dall'isola. Se per molti la matrice tunisina del furto è un dubbio, per il proprietario della barca di dieci metri, Salvatore Maggiore, questa pista è una "certezza". A convincere l'uomo, che tra le altre cose lamenta come sull'imbarcazione fosse stato montato da poco un motore da 30 mila euro, sarebbe il fatto che in trent'anni è la prima volta che sparisce un'imbarcazione, circostanza confermata anche da altri pescatori del pontile. Per accertare le responsabilità, i carabinieri dell'isola hanno avviato le indagini.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari