domenica 22 gennaio | 03:42
pubblicato il 24/mar/2011 12:18

La vedova di Francesco Fortugno: delitto politico-mafioso

Soddisfatta della sentenza d'appello

La vedova di Francesco Fortugno: delitto politico-mafioso

Il delitto di Francesco Fortugno, vicepresidente del Consiglio regionale assassinato il 16 ottobre del 2005 a Reggio Calabria, è un omicidio politico-mafioso: è la tesi della vedova Maria Grazia Laganà, sostenuta anche dal procuratore nazionale antimafia Piero Grasso, e ribadita dalla donna dopo la sentenza della Corte d'assise d'appello di Reggio Calabria che ha confermato le condanne di primo grado. La Corte, presieduta da Bruno Muscolo, ha confermato le condanne gli ergastoli per Alessandro e Giuseppe Marcianò come mandanti dell'omicidio. Ergastolo anche a Salvatore Ritorto e Domenico Audino ritenuti gli esecutori materiali. Vincenzo Cordì, presunto boss di Locri, condannato in primo grado a 12 anni, è stato assolto in appello, come Carmelo Desì, condannato in primo grado a 4 anni. Pena ridotta ad Antonio Desì.

Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Rigopiano, proseguono ricerche: bilancio 9 in salvo, 4 vittime
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4