venerdì 20 gennaio | 22:56
pubblicato il 21/dic/2011 17:20

La Savina Caylyn liberata dopo 11 mesi nelle mani dei pirati

Secondo "Somalia Report" pagato riscatto per nave italiana

La Savina Caylyn liberata dopo 11 mesi nelle mani dei pirati

Milano, (askanews) - La Savina Caylyn è stata liberata. La nave italiana della Compagnia Fratelli D'Amato era nelle mani dei pirati somali dall'8 febbraio scorso. 11 mesi di paura per i 22 membri dell'equipaggio, fra cui 5 italiani, e per le loro famiglie, viste anche le continue pressioni psicologiche dei pirati che parlavano di problemi di salute per gli uomini a bordo, come in questa drammatica telefonata con un giornalista del quotidiano online LiberoReporter, nell'agosto scorso.Secondo il sito Web Somalia Report per ottenere la liberazione sarebbe stato pagato ai pirati un riscatto di 11,5 milioni di dollari.

Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, estratte mamma e bimbo: in ospedale, stanno bene
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Maltempo
Rigopiano, Vigili fuoco: trovati 10 superstiti, 5 già ricoverati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4