mercoledì 22 febbraio | 15:23
pubblicato il 14/gen/2011 15:22

La protesta dei lavoratori della Mywave da mesi senza stipendio

I 50 dipendenti azienda cosentina protestano davanti a prefettura

La protesta dei lavoratori della Mywave da mesi senza stipendio

Questo grido di protesta viene dai lavoratori della Mywave di Piano lago, una fabbrica di microprocessori del cosentino sull'orlo del fallimento. Nelle stesse ore in cui a Cosenza si insediava il nuovo prefetto Raffaele Cannizzaro, i lavoratori chiedevano davanti al palazzo del Governo di essere ascoltati per poter ottenere ciò che spetta loro di diritto. La mywave di Cosenza è una di quelle aziende nate paradossalmente grazie agli incentivi per l'occupazione stanziati con la legge 488 del 1992. Tra la fine del 2005 e l'inizio del 2006 nasce dunque una nuova realtà che dà speranza ai giovani lavoratori locali. Peccato però che a distanza di qualche anno i fondi governativi si sono esauriti e l'azienda ha lasciato i 50 dipendenti senza stipendi e senza futuro.

Gli articoli più letti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Chiesa
Presunti festini gay a Napoli, il card. Sepe sospende sacerdote
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Accordo Asi-Cmsa per esperimenti su stazione spaziale cinese
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%