sabato 10 dicembre | 06:03
pubblicato il 15/mar/2014 12:35

La fabbrichetta per riparare le armi: sequestro a Gioia Tauro

In arresto due cittadini romeni

La fabbrichetta per riparare le armi: sequestro a Gioia Tauro

Milano (askanews) - Un laboratorio clandestino per fabbricare e riparare armi: la Polizia di Gioia Tauro ha scoperto una vera e propria fabbrica artigianale a servizio della malavita all'internodi un maneggio di cavalli a Terranova Sappo Minulio, centro dell'entroterra reggino. All'interno del capannone è stata trovata attrezzatura sofisticata per la modifica, riparazione di armi e fabbricazione di parti di esse come canne, caricatori, silenziatori ed altri elementi.Nel corso della perquisizione sono stati trovati - e sequestrati - anche un fucile calibro 12 monocanna ad avancarica, una pistola calibro 38, e moltissimi "pezzi di ricambio": canne, molle di recupero, caricatori, cani e percussori, materiale per il caricamento di munizioni.L'operazione, condotta insieme al Commissariato di Taurianova e al Reparto Prevenzione crimine Calabria, ha portato all'arresto di due cittadini romeni, che sono accusati di detenzione illegale di armi clandestine.

Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina