giovedì 08 dicembre | 19:43
pubblicato il 16/apr/2011 14:47

L'altra faccia del Fuorisalone, a Milano spunta anche il degrado

Detriti, ressa, traffico: zona Tortona diventa zona Tortura?

L'altra faccia del Fuorisalone, a Milano spunta anche il degrado

Il Salone del mobile di Milano, con l'appendice mondana del Fuorisalone, è un appuntamento imperdibile per gli amanti del design e un motivo di lustro per la città. Ma nella zona di via Tortona, una delle più affollate, non tutto è in linea con lo stile raffinato e innovativo dei Saloni. A pochi metri dai primi store, sulla tettoia accanto al ponte pedonale di Porta Genova, ecco che spuntano detriti e rifiuti molto poco glamour, tra l'altro con anche del filo spinato vagamente inquietante. Se a questo si aggiunge la costante ressa dei visitatori nelle vie strette del quartiere, oltre che fuori dai negozi e dagli showroom, e il traffico delle automobili che cercano un parcheggio, ecco che si corre il rischio, come recita provocatoriamente un adesivo firmato da un gruppo di creativi, di trasformare Zona Tortona in Zona Tortura. Ma nonostante tutto questo la grande festa del design milanese continua senza intoppi e per il weekend conclusivo si prevede il solito boom di presenze.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni