mercoledì 18 gennaio | 13:46
pubblicato il 31/gen/2015 11:16

Kobane ritorna in mano curda ma è una città fantasma - Nude news

Edifici diroccati, macerie e cadaveri accatastati lungo le strade

Kobane ritorna in mano curda ma è una città fantasma - Nude news

Kobane (askanews) - Kobane si presentava così, venerdì 30 gennaio 2015. Una distesa deserta di macerie ed edifici in brandelli. Lungo le strade file di cadaveri accatastate sui marciapiedi. Solo 4 giorni prima i miliziani curdi hanno riconquistato la loro città nel nord della Siria, al confine con la Turchia. I jihadisti dell'Isis si sono ritirati ma hanno lasciato dietro di se una lunga scia di morte e distruzione.

(immagini Afp)

Gli articoli più letti
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Maltempo
Protezione civile, ancora allerta per nevicate e forti venti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa