lunedì 05 dicembre | 15:25
pubblicato il 23/gen/2014 19:23

Italia inadempiente anche sulle fognature

La Commissione europea porta l'Italia alla Corte di Giustizia

Italia inadempiente anche sulle fognature

Roma (askanews) - Cartellino giallo da Bruxelles per l'Italia a causa di un poco commendevole primato. E questa volta la commissione Europea ci rinfaccia di essere inadempienti su quello che in gergo viene definito il trattamento delle acque reflue urbane: in altre parole, le fognature delle città. E l'Italia viene trascinata, ancora una volta, davanti alla Corte di Giustizia europea per una non corretta attuazione a una direttiva comunitaria.Da Courmayeur a Terrasini, da Cassano d'Adda a Thiene, non un lembo del Belpaese sembra essere in regola: i comuni citati sono più di cento, da paesi piccoli come Villacidro, in Sardegna, a capoluoghi come Frosinone o Pesaro Urbino.Il primato alla rovescia sembra essere detenuto dalla Lombardia.Sarà difficile scusarsi sostenendo di non aver avuto il tempo di mettersi in regola. La direttiva,infatti, è del 1991.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari