mercoledì 07 dicembre | 17:47
pubblicato il 06/dic/2011 12:22

Istat/Per giovani basta leggere o uscire:tempo libero su Internet

In 20 anni per occupati è aumentato il tempo al lavoro

Istat/Per giovani basta leggere o uscire:tempo libero su Internet

Roma, 6 dic. (askanews) - Rispetto a vent'anni fa passiamo meno tempo a mangiare, dormire e per la cura personale. Per gli occupati è cresciuto il tempo dedicato al lavoro, rimane stabile quello per il tempo libero e aumenta quello per gli spostamenti. Per gli anziani, invece, è aumentato il tempo libero e quello dedicato agli spostamenti, mentre cala il tempo dedicato al lavoro retribuito. Gli studenti dedicano meno tempo a istruzione e formazione e più al tempo libero e agli spostamenti: in particolare leggono di meno e passano più tempo a navigare su Internet che stare all'aperto. quanto emerge dal dossier dell'Istat 'Cambiamenti nei tempi di vita e attività del tempo libero - anno 2008/2009', pubblicato oggi. La ricerca riporta i risultati della terza rilevazione multiscopo sull'uso del tempo, condotta tra il 2008 e il 2009 (40.944 interviste), confrontata con i risultati della rilevazione 1988-1989 e mostra l'evoluzione nel modo in cui i cittadini organizzano la propria giornata. Negli ultimi vent'anni in un giorno medio settimanale degli studenti - cioè un giorno teorico calcolato su base annua e che tiene conto sia dei feriali sia dei festivi - si è contratto il tempo dedicato all'istruzione e formazione (19' in meno al giorno) e quello per le attività fisiologiche (cioè dormire, mangiare e cura della persona: 16' in meno. In particolare a diminuire è stato il tempo dedicato al sonno -11' e alla cura della propria persona -6'. Stabile il tempo dedicato ai pasti). E' pressoché scomparso il tempo dedicato al lavoro retribuito e sono aumentati tempo libero (+33') e spostamenti (+23'). L'analisi dell'andamento dell'uso del tempo degli occupati evidenzia alcune similitudini con quello degli studenti. Anche per gli occupati diminuisce il tempo dedicato a dormire, mangiare e alla cura di sé (-27') e aumenta quello dedicato agli spostamenti (+17'). Anche per gli occupati a contrarsi maggiormente è il tempo dedicato al sonno (-13'), ma diminuisce anche il tempo dedicato ai pasti (-10'), mentre è pressoché immutato il tempo dedicato alla cura della persona. A differenza degli studenti che vedono il tempo per la formazione diminuire, per gli occupati cresce il tempo dedicato al lavoro (+12'), mentre rimane stabile la quota di tempo libero.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Papa
Papa: Stato laico meglio che confessionale, ma no laicismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni