sabato 03 dicembre | 20:59
pubblicato il 27/nov/2013 10:53

Istat: nel 2012 piu' figli da donne rumene, marocchine e albanesi

Istat: nel 2012 piu' figli da donne rumene, marocchine e albanesi

(ASCA) - Roma, 27 nov - Al primo posto per numero di figli si collocano le rumene (19.415 nati nel 2012), al secondo le marocchine (12.829), al terzo le albanesi (9.843) seguite dalle cinesi con 5.593 nati. Va sottolineato come queste quattro cittadinanze da sole rappresentino quasi la meta' delle madri straniere (46,9%). Lo rileva l'Istat nel rapporto 'Natalita' e fecondita' nella popolazione residente' relativo al 2012.

La distribuzione delle cittadinanze dei genitori per tipologia di coppia rivela l'elevata propensione a formare una famiglia con figli tra concittadini (omogamia) per le comunita' maghrebine, cinesi e, piu' in generale, per tutte le comunita' asiatiche e africane.

All'opposto le donne ucraine, polacche, moldave, russe e cubane immigrate nel nostro Paese mostrano un'accentuata propensione ad avere figli con partner italiani piu' che con connazionali. In una situazione intermedia si collocano la comunita' rumena e quella albanese, caratterizzate da un'elevata omogamia, ma anche da una non trascurabile propensione da parte di queste donne ad avere figli con partner italiani (rispettivamente il 22% ed il 12% dei nati).

red/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari