martedì 21 febbraio | 11:19
pubblicato il 23/dic/2013 12:47

Istat: in 10 anni si restringono le famiglie. Una su tre e' 'single'

Istat: in 10 anni si restringono le famiglie. Una su tre e' 'single'

(ASCA) - Roma, 23 dic - Con una famiglia su tre composta da un single, sono sempre piu' piccoli i nuclei familiari in Italia, anche se vive in famiglia la quasi totalita' della popolazione residente al 9 ottobre 2011 (99,5%), mentre appena lo 0,5% risulta vivere in convivenza (istituti assistenziali, ospizi, istituti di cura, eccetera).

Lo rileva l'Istat che ha diffuso oggi i nuovi dati definitivi del 15* Censimento generale della popolazione e delle abitazioni, disaggregati fino a livello comunale.

Seguendo un trend che va avanti da decenni, il numero di famiglie e' aumentato fra il 2001 e il 2011, da 21.810.676 a 24.611.766 unita' (+12,8%) e rispetto al 1971 la crescita e' del 54%. Le famiglie tendono a essere sempre piu' piccole, lo si vede dal numero medio dei componenti: nel 1971 una famiglia era mediamente composta da 3,3 persone, nel 2011 da 2,4. Nel 2011 il numero medio di componenti per famiglia e' superiore al dato nazionale soltanto nell'Italia Meridionale (2,7) e in quella Insulare (2,5), mentre il Nord-ovest, il Nord-est e il Centro si attestano su valori al di sotto della media del Paese. A livello regionale, le famiglie mediamente piu' numerose risiedono in Campania (2,8 componenti), quelle con il numero medio di componenti piu' basso in Liguria e Valle d'Aosta (2,1 componenti). Le famiglie unipersonali sono quasi una su tre e risultano in notevole aumento rispetto al censimento 2001, a causa del progressivo invecchiamento della popolazione e dei mutamenti demografici e sociali. Dal 2001 al 2011 sono passate da 5.427.621 (24,9% del totale delle famiglie) a 7.667.305 (31,2% del totale). Le famiglie unipersonali aumentano su tutto il territorio. Restano comunque significative le differenze tra le aree geografiche: quote piu' basse della media nazionale si hanno in quasi tutte le regioni del Meridione e delle Isole, quelle piu' alte in Liguria (40,9%), Valle d'Aosta (39,6%) e Friuli-Venezia Giulia (35,6%).

Il trend e' opposto per le famiglie numerose (con 5 o piu' componenti), che passano da 1.635.232 (7,5% di tutte le famiglie) nel 2001 a 1.408.944 nel 2011 (5,7%). Le quote piu' alte si registrano in Campania (11% del totale famiglie), Calabria (7,7%) e Sicilia (7,1%); la piu' bassa in Liguria (2,7%).

com-stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia