giovedì 23 febbraio | 00:17
pubblicato il 27/nov/2013 10:45

Istat: fecondita' in calo, nel 2012 1,42 figli per donna

Istat: fecondita' in calo, nel 2012 1,42 figli per donna

(ASCA) - Roma, 27 nov - La fecondita' in Italia e' in lieve diminuzione: nel 2012 il numero medio di figli per donna si attesta a 1,42 (1,29 figli per le cittadine italiane e 2,37 le straniere). Lo rileva l'Istat nel report 'Natalita' e fecondita' nella popolazione residente' relativo al 2012.

Nel 2012 le residenti in Italia hanno avuto in media 1,42 figli per donna, in linea con la diminuzione osservata negli ultimi anni.

La riduzione della fecondita' ha interessato tanto le donne di cittadinanza italiana, passate da 1,34 figli per donna del 2008 a 1,29 figli per donna del 2012, quanto quelle di cittadinanza straniera passate rispettivamente da 2,65 a 2,37 figli per donna. Va segnalato che la nuova fase di diminuzione si sta realizzando in un quadro di congiuntura economica sfavorevole che verosimilmente sta agendo nel verso di una procrastinazione delle nascite sia per le donne italiane che per le donne straniere.

Un fenomeno molto forte e' quello dell spostamento della fecondita' verso eta' piu' mature: nel complesso, l'Istat osserva tassi di fecondita' piu' elevati nelle eta' superiori a 30 anni, mentre nelle donne piu' giovani si continua a riscontrare una diminuzione dei livelli di fecondita'.

Le cittadine straniere, al contrario di quelle italiane, hanno un calendario della fecondita' decisamente piu' anticipato: l'eta' media delle donne alla nascita dei figli e' di 28,4 anni rispetto ai 32 delle cittadine italiane.

Da un punto di vista territoriale, inoltre, attualmente i livelli di fecondita' sono lievemente piu' elevati nelle regioni del Nord e del Centro (1,5 e 1,4 figli per donna contro 1,3 del Mezzogiorno); in particolare il primato spetta alle donne residenti nelle province autonome di Bolzano e Trento (1,6 figli per donna), in Valle d'Aosta (1,57), in Lombardia (1,51).

Questa geografia e' il risultato del diverso contributo delle donne straniere per le quali i livelli piu' elevati della fecondita' si registrano, tra le residenti al Nord-ovest o al Nord-est: rispettivamente 2,48 e 2,40 figli per donna contro 1,27 figli delle residenti di cittadinanza italiana. Hanno in media un numero piu' contenuto di figli le straniere che risiedono al Sud (esattamente 2,19 figli per donna), dove la fecondita' delle donne italiane e' ancora relativamente piu' elevata, in media 1,30 figli per donna, con il massimo in Campania e in Sicilia (1,37 figli per donna).

red/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech