martedì 17 gennaio | 11:53
pubblicato il 27/nov/2013 10:45

Istat: fecondita' in calo, nel 2012 1,42 figli per donna

Istat: fecondita' in calo, nel 2012 1,42 figli per donna

(ASCA) - Roma, 27 nov - La fecondita' in Italia e' in lieve diminuzione: nel 2012 il numero medio di figli per donna si attesta a 1,42 (1,29 figli per le cittadine italiane e 2,37 le straniere). Lo rileva l'Istat nel report 'Natalita' e fecondita' nella popolazione residente' relativo al 2012.

Nel 2012 le residenti in Italia hanno avuto in media 1,42 figli per donna, in linea con la diminuzione osservata negli ultimi anni.

La riduzione della fecondita' ha interessato tanto le donne di cittadinanza italiana, passate da 1,34 figli per donna del 2008 a 1,29 figli per donna del 2012, quanto quelle di cittadinanza straniera passate rispettivamente da 2,65 a 2,37 figli per donna. Va segnalato che la nuova fase di diminuzione si sta realizzando in un quadro di congiuntura economica sfavorevole che verosimilmente sta agendo nel verso di una procrastinazione delle nascite sia per le donne italiane che per le donne straniere.

Un fenomeno molto forte e' quello dell spostamento della fecondita' verso eta' piu' mature: nel complesso, l'Istat osserva tassi di fecondita' piu' elevati nelle eta' superiori a 30 anni, mentre nelle donne piu' giovani si continua a riscontrare una diminuzione dei livelli di fecondita'.

Le cittadine straniere, al contrario di quelle italiane, hanno un calendario della fecondita' decisamente piu' anticipato: l'eta' media delle donne alla nascita dei figli e' di 28,4 anni rispetto ai 32 delle cittadine italiane.

Da un punto di vista territoriale, inoltre, attualmente i livelli di fecondita' sono lievemente piu' elevati nelle regioni del Nord e del Centro (1,5 e 1,4 figli per donna contro 1,3 del Mezzogiorno); in particolare il primato spetta alle donne residenti nelle province autonome di Bolzano e Trento (1,6 figli per donna), in Valle d'Aosta (1,57), in Lombardia (1,51).

Questa geografia e' il risultato del diverso contributo delle donne straniere per le quali i livelli piu' elevati della fecondita' si registrano, tra le residenti al Nord-ovest o al Nord-est: rispettivamente 2,48 e 2,40 figli per donna contro 1,27 figli delle residenti di cittadinanza italiana. Hanno in media un numero piu' contenuto di figli le straniere che risiedono al Sud (esattamente 2,19 figli per donna), dove la fecondita' delle donne italiane e' ancora relativamente piu' elevata, in media 1,30 figli per donna, con il massimo in Campania e in Sicilia (1,37 figli per donna).

red/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cybercrime
Cybercrime, Giulio e Francesca Occhionero restano in carcere
Criminalità
Assalti ai bancomat in Veneto e Lombardia: 15 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Ricerca, tartaruga gigante ultimo pasto di squalo del Mesozoico
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Tempesta di neve in Tunisia: migliaia di auto intrappolate