domenica 19 febbraio | 20:43
pubblicato il 29/lug/2013 15:12

Irpinia: Ugl, incidente dovuto anche a insicurezza strade

(ASCA) - Roma, 29 lug - ''Di fronte ad una simile tragedia, esprimere sentimenti di profonda vicinanza per il dolore che stanno provando i familiari e gli amici delle 38 vittime non e' sufficiente. Occorre anche essere piu' consapevoli del livello di insicurezza ancora molto alto, nonostante tante campagne di sensibilizzazione, che caratterizza molti aspetti della nostra vita di tutti i giorni''.

Con queste parole Giovanni Centrella, segretario generale dell'Ugl, commenta la strage avvenuta in autostrada nel cuore dell'Irpinia. Secondo il sindacalista ''al di la' delle responsabilita' del conducente che saranno accertate nel corso delle indagini portate avanti dalle autorita', esiste un problema oggettivo di insicurezza esistente nel lavoro, sui mezzi di trasporto, ma anche in molte strade del Sud, e non solo, dovuta ad una carenza di manutenzione e di attenzione generale, perche' e' assente un controllo capillare a tutti i livelli del territorio''.

''Quell'autostrada - conclude Centrella - viene percorsa ogni giorno da pendolari che con le proprie auto e con i mezzi pubblici si recano al lavoro. Una strage simile si sarebbe potuta verificare in qualsiasi momento o circostanza''.

com-fch/sam/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia