giovedì 19 gennaio | 10:12
pubblicato il 11/feb/2014 13:55

Internet: parte campagna 'Se mi posti ti cancello' contro cyberbullismo

Internet: parte campagna 'Se mi posti ti cancello' contro cyberbullismo

(ASCA) - Roma, 11 feb 2014 - Cade oggi il Safer Internet Day - giornata istitutita dalla Commisione europea per promuovere tra i giovani l'uso sicuro dei nuovi media - in occasione del quale viene lanciata in Italia la campagna contro il cosiddetto cyberbullismo intitolata ''Se mi posti ti cancello''. A promuoverla - riferisce una nota - e' 'Generazioni Connesse - Safer Internet Center' italiano, il partenariato composto da alcune tra le principali realta' italiane che si occupano di promuovere fra i minori un uso consapevole di Internet: Autorita' garante per l'Infanzia e l'Adolescenza, polizia Postale e delle Comunicazioni, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, Cooperativa E.D.I., Movimento Difesa del Cittadino. L'intero progetto e' coordinato dal ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca e co-finanziato dalla Commissione europea.

La campagna lanciata oggi a Roma ''Se mi posti ti cancello'' consiste in un rivolto agli adolescenti italiani a uscire allo scoperto e a raccontare la loro ''vita digitale'' per condividerne lati buoni e meno buoni con i propri pari, attraverso un video e, successivamente, una web serie che accogliera' e sviluppera' riflessioni e idee dei ragazzi stessi. L'obiettivo e' stimolare adolescenti e pre-adolescenti (11-16 anni il ''target'' della campagna) a dare voce a quella parte sempre piu' ampia del loro quotidiano che si svolge ''online''.

In base ai dati che cita Generazioni connesse, infatti, il 23% degli under 18 in Italia trascorre tra le 5 e le oltre 10 ore su Internet (+4% rispetto al 2013), l'8% e' connesso 24 ore su 24; il 44% non ha bisogno di una postazione per connettersi ma lo fa da qualsiasi posto, grazie alla diffusione del wifi e di dispositivi internet mobili come gli smartphone, posseduti dall'85% di under 18.

Per il 69% degli adolescenti, inoltre, proprio il cyber bullismo rappresenta la mggiore minaccia alla loro vita, seguito da droga (55%) e molestie/aggressioni da parte di adulti (45%).

La rete e' il luogo della ''gioia'' e della socialita', ma anche dei '' dolori'' che arrivano ad esempio dal cyber bullismo, la principale minaccia nella vita di adolescenti e pre-adolescenti, secondo il 69% di essi (a seguire la droga per il 55%, le molestie/aggressioni da parte di adulti per il 45%).

''La rete e' un amplificatore straordinario della realta', e' una lente d'ingrandimento di umane virtu' e debolezze. Occorre vigilare sugli eccessi e sui pericoli, investire nella scuola, nella cultura, aiutare i genitori e gli operatori sociali. Ma piu' di ogni altra cosa e' necessario accrescere la consapevolezza dei ragazzi, tra spirito critico e condivisione di valori, rafforzando le occasioni di dialogo e l'ascolto'', osserva Vincenzo Spadafora, autorita' garante per l'Infanzia e l'Adolescenza: com-stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina