lunedì 27 febbraio | 11:10
pubblicato il 16/lug/2013 17:44

Inps: Federanziani, 3 pensionati su 4 con meno di 1000 euro al mese

Inps: Federanziani, 3 pensionati su 4 con meno di 1000 euro al mese

(ASCA) - Roma, 16 lug - ''Vivere con 500 euro al mese significa trovarsi in condizioni di deprivazione assoluta e dover rinunciare anche al soddisfacimento dei bisogni essenziali, come mangiare e curarsi. E' inaccettabile nell'Italia di oggi essere ridotti alla fame, eppure e' quanto accade a milioni di pensionati italiani. Di questi, infatti, tre su quattro percepiscono una pensione inferiore ai 1.000 euro e circa un terzo vive con una cifra che va dai 500 ai 1.000 euro mensili''. Lo denuncia in una nota il presidente di FederAnziani, Roberto Messina, commentando i dati diffusi oggi dall'Inps, che testimoniano una situazione drammatica per i pensionati del nostro Paese.

''Ancora una volta reclamiamo, pretendiamo un intervento forte della politica, sempre piu' silente quando si tratta di aiutare gli ultimi, quelli che non hanno voce, dei quali ci si ricorda solo al momento di andare a votare, con vane promesse destinate ad essere puntualmente disattese non appena la contesa elettorale cessa''.

''Gli anziani - e' il grido dell'associazione - non ce la fanno piu' ad andare avanti cosi': sono costretti a vivere di privazioni tagliando sui beni di prima necessita' e al tempo stesso a farsi carico delle mancanze del nostro welfare''. Piu' nel dettaglio, FederAnziani stima che per il 30% di coloro che percepiscono una pensione di 500 euro al mese mangiare carne sia quasi una chimera, e che nei dieci giorni antecedenti alla mensilita' della pensione molte di queste persone siano costrette a nutrirsi di solo latte, eliminando anche l'acquisto di alcuni farmaci. Questo spirito di sacrificio - punta il dito FederAnziani - ha rappresentato troppo a lungo l'alibi nelle mani della politica''. Messina conclude osservando che ''sono gli anziani i pilastri della sanita', che attraverso ticket spropositati, e superiori al costo delle prestazioni a pagamento, ne sostengono i costi.

Ai politici diciamo: fermatevi ad ascoltare i bisogni di chi ha costruito questo Paese, con impegno e sacrifici, vedendosi oggi contraccambiato dall'indifferenza e dall'abbandono''. com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech