domenica 22 gennaio | 05:43
pubblicato il 07/nov/2013 17:44

Influenza: igienisti SItI, casi aumentati per basso ricorso a vaccini

Influenza: igienisti SItI, casi aumentati per basso ricorso a vaccini

(ASCA) - Roma, 7 nov - Novantamila casi di influenza in piu' causati ogni anno dalle basse coperture vaccinali. E' l'allarme lanciato dalla Societa' Italiana di igiene, Medicina Preventiva e Sanita' pubblica (SItI). ''Negli ultimi anni - chiariscono gli specialisti - si e' assistito ad una preoccupante diminuzione delle coperture vaccinali contro l'influenza nella popolazione al di sopra dei 65 anni e nei gruppi a rischio. Tra le cause di tale fenomeno, oltre ad una scarsa consapevolezza dei gravi danni provocati dalla malattia nella popolazione, vi sono anche gli errori, a diversi livelli, nella campagna di comunicazione in occasione della pandemia del 2009/10, e la decisione da parte di AIFA di sospendere cautelativamente la distribuzione di tutti i vaccini commercializzati da uno dei principali produttori il 24 Ottobre 2012. Peraltro, nell'autunno del 2012 sono venuti a mancare completamente anche i vaccini anti-influenzali virosomali per la decisione autonoma dell'azienda produttrice di non distribuire cautelativamente tutti i lotti a seguito di una non conformita' agli standard legata alla linea di produzione. Nonostante il problema si sia svelato successivamente limitato a due soli lotti di vaccino, ha prevalso un criterio di massima cautela. Purtroppo questi eventi, invece di consolidare la fiducia del pubblico nelle ferree norme autorizzative applicate prima della distribuzione dei vaccini ed essere ritenuti (come logico) prova della grande attenzione alla sicurezza di tali prodotti, sono stati al contrario spesso interpretati erroneamente come indicazioni di un pericolo, in realta' mai esistito''. Per questo, la SItI ''auspica che eventuali future decisioni dell'autorita' regolatoria (AIFA) su sospensioni cautelative di vaccini anti-influenzali tengano conto del profilo di rischio reale, dei benefici e dei danni che le decisioni stesse possono avere per la salute pubblica. La copertura vaccinale media contro l'influenza e' calata in Italia di almeno il 15% negli ultimi 10 anni. I risultati di uno studio preliminare condotto in Liguria (Regione con circa 1.560.000 abitanti) indicano che per ogni punto percentuale di riduzione delle coperture vaccinali si verificano circa 160 casi di influenza in piu' tra gli ultra-sessantacinquenni. Il dato, riportato all'intera popolazione italiana, significa che il calo di copertura riscontrato negli ultimi anni si e' tradotto in almeno 90.000 casi in piu' di influenza ogni anno, con tutte le conseguenze che ne derivano in termini di aumento di complicanze, ospedalizzazioni e morti''. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Rigopiano, proseguono ricerche: bilancio 9 in salvo, 4 vittime
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4