domenica 04 dicembre | 23:44
pubblicato il 10/apr/2013 12:43

Infanzia: Unicef, Italia in vetta per giovani Neet

Infanzia: Unicef, Italia in vetta per giovani Neet

(ASCA) - Roma, 10 apr - Tra i paesi industrializzati, dopo la Spagna, l'Italia ha il piu' alto tasso di giovani - l'11% - che non sono iscritti a scuola, non lavorano e non frequentano corsi di formazione (Not in Education, Employment or Training - Neet).

Lo attesta lo studio 'Report Card 11' sul benessere dei bambini 2009-2010 realizzato su un campione di 29 paesi 'ricchi', dal Centro di ricerca Innocenti dell'Unicef e presentato oggi in un incontro con il presidente del Senato, Pietro Grasso, e il presidente dell'Unicef Italia, Giacomo Guerrera. L'Italia occupa il 24mo posto per i risultati scolastici conseguiti, prima di Spagna e Grecia: tale posizione e' migliorata di dieci punti nel corso degli anni 2000.

Positivi, d'altra parte, i dati che vedono l'Italia sesta per tasso piu' alto di iscrizione prescolare, alla pari con la Norvegia. Ma in riferimento alla partecipazione a forme di istruzione superiore, l'Italia torna al 22mo posto.

com-stt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari