sabato 21 gennaio | 22:47
pubblicato il 03/gen/2013 16:49

Infanzia: Peter Pan, in Italia 300mila bambini sotto la soglia poverta'

(ASCA) - Roma, 3 gen - Sono 300 mila i bambini italiani da 0 a 14 anni che vivono al di sotto della soglia di poverta', perche' appartenenti a nuclei familiari con un reddito inferiore ai diecimila euro annui .

E' quanto emerge dal primo rapporto sull'infanzia realizzato dall'associazione Peter Pan Onlus, presieduta da Mario Campanella. Il rapporto e' stato realizzato nel periodo novembre-dicembre 2012 seguendo i flussi censiti dall'Osservatorio Sociale e dall'ISTAT.

''La loro dislocazione geografica e' disomogonea, con il 60% di prevalenza nel centrosud - si legge nel rapporto - ma il 40 % vive nell'area del centronord. Il 15% di loro proviene da famiglie immigrate , mentre nel 44% dei casi si tratta di famiglie monoreddito e con un solo figlio.

Il tasso di rimessa nelle case famiglia e nei centri di assistenza riguarda solo il 2,4% a conferma della scarsa presenza delle istituzioni di sostegno .

Di questi 300 mila bambini , il 16% (compreso nella fascia di eta' della scuola media inferiore e quindi su un campione di 40 mila ragazzini ) e' ripetente con prospettive pressoche' certe di abbandono scolastico dopo la fase dell'obbligo''.

''Sono 45 mila i bambini prepuberi , quindi di eta' inferiore ai dodici anni, soggetti a molestie, violenze o abuso sessuale diretto o virtuale ( internet)''.

''Un bambino su dieci nella popolazione generale - continua l'analisi di Peter Pan - non riceve , nell'eta' di maturazione dello sviluppo corporeo, alcuna cura odontoiatrica e di prevenzione o di profilassi''.

Inquietante anche il dato della dipendenza informatica : ''Nella fascia di eta' 12-14 anni , i bambini passano mediamente 3 ore al giorno sul pc , essenzialmente per rapporti dialogici virtuali sui social network''. Per Peter Pan sono necessarie diverse riforme legislative ''a partire dal diritto di famiglia , la cui introduzione sancirebbe un adeguamento ai parametri di indirizzo della comunita' europea''. Importante sarebbe '' nel raccordo legislativo il trasferimento di alcune competenze di intervento sinergico ai Comuni nell'ambito di un inserimento di figure istituzionali, quali lo psicologo , negli istituti scolastici ''.

''Il quoziente familiare'', poi, ''porterebbe al recupero del fiscal drag per almeno 500 mila famiglie 'povere' - osserva Mario Campanella - con una restituzione di 300 euro mensili per nucleo, capaci di portare un sollievo non indifferente''.

E' dunque necessario, avverte, ''che tutti i leader politici , da Bersani a Berlusconi, da Monti a Casini, da Fini a Vendola, da Grillo a Ingroia , pongano la questione della tutela dell'infanzia , della lotta alla pedopornografia e alle dipendenze informatiche nei loro programmi elettorali''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Rigopiano, proseguono ricerche: bilancio 9 in salvo, 4 vittime
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4