venerdì 09 dicembre | 22:20
pubblicato il 25/lug/2013 12:00

Infanzia: Istat,da 2004 -100 euro spesa pro capite Comuni per asilo nido

Infanzia: Istat,da 2004 -100 euro spesa pro capite Comuni per asilo nido

(ASCA) - Roma, 25 lug - Nel 2011/2012 i comuni italiani hanno speso in media 397 euro all'anno per ciascun bambino, cioe' 100 euro in meno rispetto al 2004. E' quanto emerge dal rapporto Istat presentato oggi sull'offerta comunale di asili nido e altri servizi socio educativi per la prima infanzia in Italia nel 2012. L'Istat precisa che nel 2011, la spesa impegnata dai comuni per gli asili nido e' di circa 1 miliardo e 534 milioni di euro: il 18,8% di tale spesa e' rappresentato dalle quote pagate dalle famiglie, pertanto quella a carico dei Comuni e' di circa 1 miliardo e 245 milioni di euro.

Grandi differenze, segnala l'Istituto di statistica, tra le varie zone della Penisoli: il Centro Italia si mantiene nettamente al di sopra delle altre ripartizioni (nel 2011 la spesa media pro-capite e' pari a 743 euro) anche se l'andamento appare decrescente (rispetto alla spesa pro-capite del 2004 nei comuni del Centro si ha un decremento di 349 euro annui, pari al 32%, mentre a livello nazionale il decremento e' di 101 euro, pari al 20,2%).

Seguono i comuni del Nord-est, con valori sempre superiori alla media italiana (489 euro pro-capite nel 2011, con un decremento di 140 euro rispetto al 2004, pari al 22,2%) e i comuni del Nord-ovest, dove un iniziale svantaggio rispetto alla media nazionale e' quasi interamente colmato da un aumento della spesa nel 2011 (quando la spesa pro-capite si attesta sui 382 euro, solo il 3,1% in meno rispetto al 2004).

Nelle isole, inoltre, dopo un calo iniziale fra il 2004 e il 2008, la spesa si stabilizza al di sopra dei 200 euro pro-capite (237 euro nel 2011), con valori comunque inferiori alla media dei comuni italiani e con un decremento complessivo del 47,3% rispetto al 2004. Infine i comuni del Sud, che hanno una media di 111 euro pro-capite di spesa nel 2011, mantengono un andamento quasi costante, anche se la variazione rispetto al 2004 e' di segno negativo (-15,5%, pari a 20 euro pro-capite in meno) e la distanza dal resto del Paese rimane significativa.

red/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina