venerdì 24 febbraio | 01:25
pubblicato il 31/ott/2012 10:07

Incidenti stradali/ In 2011 -2,7%, diminuiscono morti e feriti

Italia non raggiunge target Ue ma fa meglio della media europea

Incidenti stradali/ In 2011 -2,7%, diminuiscono morti e feriti

Roma, 31 ott. (askanews) - Diminuiscono del 2,7% gli incidenti stradali in Italia nel 2011 e, contemporaneamente, si registra un calo del 5,6% nel numero dei morti e del 3,5% in quello dei feriti. Sono solo alcuni dei dati del rapporto Aci-Istat illustrato oggi a Roma presso l'Automobile Club d'Italia: nel dettaglio, nel 2011 si sono registrati 205.638 incidenti (-2,7%), 3.860 morti (-5,6%) e 292.019 feriti (-3,5%). Maggio è il mese nero, agosto quello invece in cui si registra il picco di mortalità, sabato il giorno con più morti, le 18 l'ora più critica. Di notte si verificano meno incidenti ma più pericolosi e i week-end sono fortemente a rischio. Le principali vittime di incidenti mortali sono i giovani 20-24enni e il maggior numero di incidenti, morti e feriti si verifica sulle strade urbane, ma quelli più gravi avvengono sulle extraurbane. Più sicure le autostrade. (Segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech