domenica 26 febbraio | 23:35
pubblicato il 22/gen/2011 11:31

Inchiesta rifiuti a Napoli: ai Casalesi l'affitto delle ecoballe

La denuncia dei pentiti: tre siti nel mirino dell'Antimafia

Inchiesta rifiuti a Napoli: ai Casalesi l'affitto delle ecoballe

Gli affitti per le aree di stoccaggio delle ecoballe pagati dal commissario per l'emergenza rifiuti in Campania al clan camorristico dei Casalesi. E' questa la denuncia di alcuni pentiti sulla quale sta indagando l'Antimafia, che ha scoperto i fondi dello Stato su conti correnti intestati a piccoli agricoltori o commercianti campani, ma riferibili a Pasquale Zagaria, fratello dell'attuale capo del clan dei Casalesi. I siti nel mirino della Dda sono tre: San Tammaro, Villa Literno e Taverna del Re: qui vengono sversate le ecoballe prodotte dagli impianti di trattamento dell'immondizia di Napoli e Caserta. L'emergenza rifiuti, sebbene le strade si stiano progressivamente pulendo, sembra essere senza fine.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech