lunedì 05 dicembre | 17:41
pubblicato il 22/gen/2011 11:31

Inchiesta rifiuti a Napoli: ai Casalesi l'affitto delle ecoballe

La denuncia dei pentiti: tre siti nel mirino dell'Antimafia

Inchiesta rifiuti a Napoli: ai Casalesi l'affitto delle ecoballe

Gli affitti per le aree di stoccaggio delle ecoballe pagati dal commissario per l'emergenza rifiuti in Campania al clan camorristico dei Casalesi. E' questa la denuncia di alcuni pentiti sulla quale sta indagando l'Antimafia, che ha scoperto i fondi dello Stato su conti correnti intestati a piccoli agricoltori o commercianti campani, ma riferibili a Pasquale Zagaria, fratello dell'attuale capo del clan dei Casalesi. I siti nel mirino della Dda sono tre: San Tammaro, Villa Literno e Taverna del Re: qui vengono sversate le ecoballe prodotte dagli impianti di trattamento dell'immondizia di Napoli e Caserta. L'emergenza rifiuti, sebbene le strade si stiano progressivamente pulendo, sembra essere senza fine.

Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta maltempo: temporali sulle due Isole e sulla Calabria
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari