mercoledì 18 gennaio | 20:01
pubblicato il 10/lug/2013 11:01

Inail: nel 2012 morte 1583 persone per malattie contratte lavorando

(ASCA) - Roma, 10 lug - Nel 2012 i casi di morte dovuti a malattie contratte lavorando sono stati 1583, in calo del 27% rispetto al 2008. L'andamento degli esiti mortali delle malattie professionali si conferma, dunque, in costante decrescita.

Lo ha indicato il presidente dell'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, Massimo De Felice, leggendo la sua Relazione annuale 2012, oggi a Montecitorio, alla presenza del ministro del Lavoro, Enrico Giovannini.

Piu' nel dettaglio, il 94% delle morti per malattia professionale registrate nel 2012 riguarda patologie contratte lavorando nel settore dell'industria e dei servizi.

L'analisi per classi di eta', infine, mostra che il 62% dei casi e' con eta' maggiore di 74 anni.

stt/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina