lunedì 05 dicembre | 11:54
pubblicato il 29/feb/2012 19:06

In Vaticano in mostra la Bibbia antichissima del II secolo d.C.

Oltre 150 'pezzi' rari per ripercorrere la storia della Bibbia

In Vaticano in mostra la Bibbia antichissima del II secolo d.C.

Roma, (askanews) - Arriva in Vaticano una delle Bibbie più antiche, scritta nella lingua madre di Gesù, l'aramaico palestinese. Il testo storico, del secondo secolo dopo Cristo, è ospitato nella mostra "Verbum Domini", allestita nel braccio Carlo Magno, in Vaticano, che espone testi e reperti rari sulla storia della Bibbia. Una raccolta di testimonianze cristiane ed ebraiche disposte in una serie di gallerie: la più grande mostra mai realizzata sulla storia del testo sacro. Oltre 150 oggetti, provenienti dalla Green Collection, la più estesa collezione privata al mondo di testi e documenti biblici rari.L'esposizione accoglie anche la Stele di Jeselsohn, alta un metro e scoperta in Giordania, il Lezionario di Santa Sophia, dell'XI secolo, una riproduzione della tipografia di Gutenberg completa di una copia funzionante della macchina da stampa di Gutenberg. Il direttore della mostra ha fatto il giro del mondo per riunire gli oltre 40mila oggetti che compongono la collezione. L'esposizione sarà aperta fino al 15 aprile ed è a ingresso gratuito.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari