sabato 25 febbraio | 20:12
pubblicato il 27/mar/2014 15:41

In piazza a Genova i lavoratori di Piaggio Aero: no agli esuberi

Chiesto un incontro urgente al ministro della Difesa Pinotti

In piazza a Genova i lavoratori di Piaggio Aero: no agli esuberi

Genova, (askanews) - Un corteo a Genova per protestare contro il piano industriale presentato dalla Piaggio Aero, che prevede 165 esuberi e 207 esternalizzazioni tra gli stabilimenti di Sestri Ponente e Finale Ligure. La manifestazione, a cui hanno partecipato circa 300 lavoratori, è stata indetta dalle organizzazioni sindacali per chiedere l'intervento del governo come spiega GianPaolo Rossi Rsu Fim Cisl."Oggi siamo qua per chiedere al prefetto Giovanni Balsamo di coinvolgere anche il Ministero della Difesa. Riteniamo che i progetti, gli studi, la ricerca e la sperimentazione che si sta facendo in Piaggio rivestano carattere nazionale".In attesa di una convocazione da parte del Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, i sindacati hanno già annunciato l'intenzione di promuovere nuovi scioperi e manifestazioni per costringere l'azienda a rivedere il piano industriale e a ritirare gli esuberi.

Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech