giovedì 08 dicembre | 18:07
pubblicato il 06/feb/2015 17:17

In pensione il giudice Guarnotta: fece parte del pool antimafia

Al tribunale di Palermo in centinaia salutano il magistrato

In pensione il giudice Guarnotta: fece parte del pool antimafia

Palermo (askanews) - Tra le mura del Palazzo di Giustizia di Palermo è stato protagonista, insieme a colleghi come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, di quello storico pool di magistrati che a cavallo degli anni '80 sferrò il più duro attacco frontale a Cosa nostra, indebolendone sensibilmente le fondamenta.

Leonardo Guarnotta, a 75 anni, è andato in pensione circondato dall'abbraccio di colleghi magistrati e del personale del Palazzo di Giustizia, che si è ritrovato nell'aula magna del tribunale per rendergli omaggio.

Un pezzo di storia della magistratura palermitana, testimone delle pagine più nere attraversate dalla Procura, che ha perpetuato negli ultimi 25 anni il ricordo di quei magistrati sacrificati nella lotta alla mafia, e che prima di essere giuristi erano suoi amici.

Leonardo Guarnotta, presidente del Tribunale di Palermo, è stato

salutato tra gli altri dal ministro della Giustizia Andrea Orlando, dal Procuratore generale Roberto Scapinato insieme ai suoi aggiunti e dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni