venerdì 20 gennaio | 15:00
pubblicato il 20/giu/2011 16:08

In Italia una parte della scala elicoidale della Tour Eiffel

Sorgente Group se l'è aggiudicata da Christie's di New York

In Italia una parte della scala elicoidale della Tour Eiffel

Roma, 20 giu. (askanews) - Arriverà presto nel nostro paese un pezzo di un monumento tra i più amati al mondo: la Fondazione Sorgente Group - informa una nota - si è infatti aggiudicata da Christie's di New York una porzione della scala elicoidale che collegava il secondo e il terzo piano della Tour Eiffel. Con questo acquisto l'Istituzione per l'Arte e la Cultura arricchisce la propria collezione ampliandola con un oggetto di design storico. "Quale miglior modo per accogliere l'arrivo dell'Expo 2015? - dichiara Valter Mainetti, Presidente della Fondazione Sorgente Group - la nostra iniziativa istituisce un'ideale testa di ponte tra l'Esposizione Universale di Parigi del 1889 e l'Expo in preparazione a Milano. Infatti la Tour Eiffel fu costruita nel 1889 come ingresso di una storica edizione dell'Esposizione. Ricordiamo che la Fiera di Parigi intendeva celebrare il centenario della Rivoluzione Francese. Dunque voliamo alto con un monumento che per sua natura allude all'altezza e all'ascesi verso il progresso". La porzione di scala verrà esposta a partire da fine anno in Galleria Alberto Sordi. La scala, alta 4 metri e 49,5 centimetri, ha un diametro di 172,8 centimetri e risale al 1889, come il resto del monumento alla quale è legata. Fu sostituita nel 1980 sia per motivi di sicurezza che per alleggerire il peso dell'intera torre. La scala fu divisa in 24 sezioni di varia lunghezza, dagli 8,6 ai 25,6 piedi (2,6 - 7,8 metri) e deposta a terra con l'aiuto di argani. Una delle sezioni è rimasta all'interno della Torre Eiffel, dove è tuttora in esposizione. Tre sezioni sono state donate a celebri spazi museali francesi, il Musée d'Orsay, la Villette a Parigi e il Musée de Fer a Nancy. Le porzioni residue sono state messe all'asta il 1 dicembre 1983. Questa vendita, che si tenne proprio nel simbolico contesto della Torre Eiffel, rappresentò un successo in termini di presenze, dal momento che i collezionisti di tutto il mondo volevano accaparrarsi un pezzo della leggendaria struttura. Oggi possiamo trovare pezzi della scala in numerose e prestigiose location in tutto il mondo: nella Yoishii Foundation di Yamanashi in Giappone, presso la Statua della Libertà a New York, vicino alla riproduzione della Torre Eiffel a Disneyland. Anche artisti come il cantante francese Guy Béart ne hanno acquisito una sezione. Lo scultore César ha usato un pezzo di scala nel suo tributo alla celebre Tour.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Valanga su hotel, recuperata un'altra vittima. Bilancio 2 morti
Sanità
Salute, Lorenzin: via libera al Piano nazionale vaccini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
Delrio: "Proporrò sconti sugli abbonamenti del trasporto locale"