venerdì 09 dicembre | 05:52
pubblicato il 21/mag/2011 19:37

In coma la bimba dimenticata in auto: condizioni disperate

"Il suo cuore batte ancora". La disperazione dei parenti

In coma la bimba dimenticata in auto: condizioni disperate

Roma, 21 mag. (askanews) - Il cuore di Elena continua a battere. Ma le condizioni di salute della bimba sono "gravissime". Lei, 22 mesi, è stata dimenticata dal padre in auto, a Teramo, per cinque ore. Quel giorno era il 18 maggio. Oggi, nel primo pomeriggio, era stata diffusa la notizia che la piccola fosse deceduta. I medici del presidio pediatrico 'G. Salesi' di Ancona hanno però chiarito che Elena era in coma e che il suo stato era lo stesso descritto poche ore prima, quando in una nota ufficiale era stato spiegato: "L'intervento di decompressione cerebrale effettuato ieri nel tardo pomeriggio - si legge nel bollettino medico - ha evidenziato un imponente edema cerebrale. Questo si inserisce in una situazione di insufficienza renale". Nelle ultime ore, sottolineava la Direzione sanitaria, "si sta assistendo ad un peggioramento del quadro clinico complessivo che, allo stato attuale, risulta gravissimo". Nei confronti del papà della piccola, che ha 45 anni, ed è docente di chirurgia della facoltà di veterinaria dell'Università di Teramo, si procede per l'accusa di abbandono di minore. Quando poi ci sarà il decesso la contestazione dovrebbe diventare omicidio colposo. Dalla ricostruzione di quanto avvenuto la mattina del 18 maggio non vengono elementi con i quali sostenere una qualunque intenzionalità. L'uomo, uscito di casa per accompagnare la figlia all'asilo nido e poi recarsi al lavoro, avrebbe avuto una serie di vuoti di memoria. Il docente comunque è andato all'ateneo, e ha parcheggiato l'auto in viale Crispi, in una zona semiperiferica di Teramo, e si è dimenticato della figlia. Quando poi, verso le 13 è tornato a prendere la macchina ha trovato la figlia e fatto scattare i soccorsi. Fuori dal reparto di terapia intensiva pediatrica del Salesi sono tanti gli amici e parenti che stanno vicino alla famiglia. E molta è la tensione che si registra con i cronisti. L'arrivo del pm di Teramo, Bruno Auriemma, responsabile del fascicolo d'inchiesta, fa ritenere che nelle prossime ore venga diffuso un nuovo bollettino medico da parte della direzione sanitaria.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni