martedì 21 febbraio | 15:07
pubblicato il 10/apr/2011 11:35

Imprenditore ucciso a Roma, indagato: ho gettato arma nel Tevere

"Ceccarelli mi ha truffato". La confessione in Questura

Imprenditore ucciso a Roma, indagato: ho gettato arma nel Tevere

Roma, 10 apr. (askanews) - "Ho gettato l'arma, la pistola, nel Tevere". Ha detto così A.P., 70 anni, agli investigatori della Squadra mobile, ai quali ha confessato di essere lui la persona che ha ucciso davanti al Teatro delle Vittorie l'imprenditore Roberto Ceccarelli la sera di venerdì. Il movente dell'omicidio sarebbe legato a dei soldi che l'indagato aveva affidato alla vittima e che voleva indietro. Per questo c'era stata una discussione tra i due e poi l'uomo ha deciso di prendere la pistola. Nelle prossime ore sarà fissato dal giudice delle indagini preliminari l'interrogatorio di convalida. Il pm Silvia Santucci chiederà l'emissione di una ordinanza di custodia cautelare.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia