domenica 11 dicembre | 15:50
pubblicato il 10/apr/2011 11:35

Imprenditore ucciso a Roma, indagato: ho gettato arma nel Tevere

"Ceccarelli mi ha truffato". La confessione in Questura

Imprenditore ucciso a Roma, indagato: ho gettato arma nel Tevere

Roma, 10 apr. (askanews) - "Ho gettato l'arma, la pistola, nel Tevere". Ha detto così A.P., 70 anni, agli investigatori della Squadra mobile, ai quali ha confessato di essere lui la persona che ha ucciso davanti al Teatro delle Vittorie l'imprenditore Roberto Ceccarelli la sera di venerdì. Il movente dell'omicidio sarebbe legato a dei soldi che l'indagato aveva affidato alla vittima e che voleva indietro. Per questo c'era stata una discussione tra i due e poi l'uomo ha deciso di prendere la pistola. Nelle prossime ore sarà fissato dal giudice delle indagini preliminari l'interrogatorio di convalida. Il pm Silvia Santucci chiederà l'emissione di una ordinanza di custodia cautelare.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa: prega per Aleppo. Guerra cumulo soprusi e falsità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina